Chefs

Tristan

Sono nato il 6 febbraio 1984 nelle Filippine, a Laguna, che ho lasciato nel 2004 per trasferirmi a Milano, dove, in cerca di fortuna, ho lavorato come e dove ho potuto… ho fatto il lavapiatti, il badante, l’aiuto elettricista, il “paninaro”, il groom con i cavalli, e dopo 5 anni di esperienze varie, ho avuto la fortuna di iniziare a lavorare a Hirohiko Shimizu, chef giapponese, da cui, in un anno, ho imparato tutta la preparazione del sushi, e me ne sono appassionato. Ho poi lavorato con lo chef Glenn Cueto, anch’egli filippino, con cui ho imparato tutto sulla tradizione della cucina giapponese. Per i filippini è cosa diffusa imparare e cucinare giapponese, è molto diffusa nella nostra cultura. Ho poi lavorato 3 anni con Jeric Bautista, dove ho affinato la mia tecnica, e ho quindi deciso di provare la mia capacità come primo chef: Formentera, Forlì, Rimini, Ancona, Civitanova Marche, e infine Courmayeur quando Marco mi ha chiamato. Io e Maria Farrah, abbiamo deciso di trasferirci a Courmayeur, perché il progetto del Sushiball, che conoscevamo da lontano, ci è da subito piaciuto e abbiamo trovato in Marco condivisa la stessa nostra filosofia e passione per la qualità e la perfezione.

Del mio lavoro mi piace tutto, appena sono entrato a contatto con la cucina giapponese, mi sono appassionato a tal punto da decidere di dedicarci la mia vita.

Il sashimi è il piatto che preferisco preparare, insieme ai nighiri, perché è dal taglio e dalla preparazione di questi piatti che si riconosce la mano esperta di un vero sushi-chef.

Maria Farrah

Sono nata nelle Filippine, il 3 maggio del 1979, in Tigaon, Camarines Sur, dove sono cresciuta e dove ho iniziato a lavorare. Il 14 febbraio del 2004, però, con il cuore pesante perché stavo lasciando il mio paese e il mio lavoro, sono venuta in Italia. Nelle Filippine lavoravo già per un ristorante, come responsabile acquisti per 11 locali, ma in Italia, ho dovuto ricominciare da zero e ho lavorato come domestica, come “assistente” del Vescovo in un santuario… Ma le opportunità, si sapeva, erano a Milano, e quindi mi sono trasferita lì, dove ho lavorato in un magazzino di una compagnia telefonica, poi come cameriera, ma non mi bastava, non volevo accontentarmi, volevo crescere, fare un lavoro migliore, anche per aiutare la mia famiglia nelle Filippine, e ho deciso di buttarmi in qualcosa che non sapevo fare, e ho iniziato a lavorare in una cucina giapponese a Forlì, pur non sapendo prendere in mano un coltello, ma ho imparato tutto da Tristan, che ho conosciuto proprio in cucina, e mi sono appassionata… di sushi: la soddisfazione che vedevo sul volto del cliente che assaggiava il sushi preparato da me, è stata per me un’emozione forte.. perché il sushi è un arte, mi è sempre piaciuto disegnare disegnare da piccola, tenere il giardino e preparare il sushi è per me un’arte, e quando viene apprezzata la dedizione che ci metto nella preparazione, e allora è per me scattata la vera passione. Da quel momento in poi, io e Tristan siamo una coppia affiatata nella vita e in cucina, ho scoperto il mio talento, e ora lo perseguo con passione!! Il Sushiball ci ha aperto le sue porte a Courmayeur, dove abbiamo trovato l’ambiente e la condivisione per i valori che mi hanno fatta appassionare nella preparazione del sushi.